Tag

KC&RI

Premessa
La partita con la Lazio la archiviamo tra quelle sfortunate, purtoppo tutto il mio weekend è stato sfortunato, ma questa è un’altra storia… Però io ho visto una buona squadra che ha interpretato bene la partita attendendo tranquillamente la Lazio sfogarsi nel primo tempo e poi affondare il colpo nel secondo. Purtroppo però non siamo riusciti a colpire con il gol decisivo e nel nostro momento migliore la Lazio ci ha infilato con un gol meraviglioso di un campione assoluto del calcio mondiale.

Tutto il resto sono stronzate e se è vero come scrissi tempo fa e come ha ribaduto il mister nel dopo partita, che bisogna essere più forti degli episodi è anche vero che gli episodi te li devi creare anche a tuo favore e non solo subirli. In altre occasioni ho visto arbitri incapaci ed evidentemente faziosi, quello di sabato sera mi è sembrato solamente incapace. In tutti i casi io ho visto una buona Inter che nel primo tempo, ha volutamente e anche per meriti della lazio subito la partita, nel secondo tempo invece, la partita l’ha fatta con con grande impegno, fino a meritarsi la vittoria che ben pochi, sono riusciti a meritarsi con questa Lazio. Squadra che se non offre grandissimi picchi di classe, a parte quell’iradiddio di Klose, è mediamente forte con giocatori motivatissimi in campo e un allenatore che è davvero una piacevole sorpresa, in un campionato che fa sedere nelle panchine allenatori a dir poco scandalosi…

La giornata di campionato ci ha fatto vedere ben poche altre novità se non che l’Atalanta è sempre la solita succursale della gobba e che le altre squadre al nostro livello, sono appunto al nostro livello e se giocassimo un campionato arbitrato da arbitri veri, forse anche la gobba starebbe più o meno nello stesso gruppo di squadre, ma si sa non si può avere tutto dalla vita, noi ad essere dell’Inter siamo già stati miracolati non possiamo pretendere troppo…

Il Punto
Fatta questa analisi molto veloce vorrei però addentrarmi per una volta nel commentare le impressioni del popolo nerazzurro del web. Tra sabato sera domenica e anche oggi ho letto cose davvero imbarazzanti. Io capisco tutti e per primo professo la filosofia dell’ognuno la può pensare come cazzo gli pare, capirai io sono il re dello Sticazzi pensiero, però devo dire con grande dispiacere che nei commenti delle ultime giornate sta uscendo fuori una ignoranza intollerabile.

Maleducazione e ignoranza sono il leit motiv con cui vedo giudicare la nostra squadra e ancor di più il nostro Mister e, ma questa non è una novità, la nostra Società con il Presidente in primis poi a seguire Branca, Filucchi, Gollum, Ciccio, Pluto e Paperino. Sì certo non è una novità e non saranno certo queste critiche a demotivare i nostri, io però mi sono un po’ rotto i coglioni di leggere certe stronzate. Critiche mirate cattive ad alzo zero sparate fino al midollo di ogni questione. Si spazia dal mercato, alla gestione economica societaria, dal modulo tattico provato in partita, al rendimento psicoficoattitudinale del giovane della primavera che entrato a cinque minuti dalla fine non ha saputo imporre il proprio gioco, nell’ambito del ruolo che gli  stato assegnato nella stagione in corso, che se non riesce allora mandiamolo a giocare in tunisia, che li ci sono le bacche di emiculium che gli fanno salire il battito in modo che il mister possa finalmente applicare il modulo a sei dietro e sei davanti, anche perchè se  la società non è in grado di comprare un centrocampista che sappia coprire le due fasi e la trifase e la ceppa della minchia a giorni alterni, senza che lasciarsi sfuggire balotelli sia stata una assurdità da pagare a prezzo carissimo, perchè Moratti è un coglione che dopo avere vinto il triplete doveva vendere tutta la squadra e tenere solo balotelli che a quest’ora ci avrebbe portato sul tetto delle classifiche delle squadre con figli illegittimi a mani basse, che Milito è finito poi è tornato poi è ancora finito ma forse torna se gli mettono un in panchina, senza contare che se oggi siamo così merde è da sempre colpa di Branca che si tromba non Carlotta non Bedy non Milly ma direttamente Moratti che da quando ha lasciato Oriali non ci capisce più ‘na sega e prende apposta allenatori a cazzo per far dispetto a noi che invece siamo tutti presidenti direttori tecnici allenatori giocatori e pure raccattapalle…

ECCHEDUECOGLIONI!!!!

Ma una sana analisi critica di una partita, di una stagione, di una società, pensando prima a tutto quello che c’è dietro una Società come l’Inter no?

Mica parlo parlo di cose pazzesche ma un elenchino del tipo:
A) Chi ci guida è da sempre il primo tifoso dell’Inter
B) A questo signore gli si può dire tutto tranne che non ha mai dato il massimo per l’Inter
C) L’Inter non è un’entità astratta, ma una società di Calcio che DEVE rispettare regole economiche di bilancio, rispettare le regole sportive, infine DEVE rispettare le regole politiche del calcio
D) L’Inter non è la sola squadra presente nel mondo in Europa e in Italia e tutte le altre centinaia di squadre con cui competiamo hanno tutte lo stesso identico obiettivo, vincere.
E) L’Inter non ha fondi illimitati di denaro e non ha diritti di priorità sul mercato mondiale dei calciatori i quali tra l’altro non spiccano per amor patrio, amor calcistico e in molti casi anche di amor proprio. Giocatori che comunque nel bene o nel male sono esseri umani che possono anche sbagliare e che se lo fanno senza secondi fini o cattiveria, se indossano la nostra maglia si devono comunque sempre sostenere
F) Fare l’allenatore non è un mestiere facile, anzi se possibile è uno dei più difficili  al mondo perchè unisce una grande preparazione professionale ad una altrettanto grande preparazione nella gestione di risorse umane e il giudizio su un allenatore non può essere ridotto al lavoro fatto dalla squadra ai fottuti novanta minuti di gioco

Il Presidente, gli uomini della società, l’allenatore, i giocatori sono persone che FINO A PROVA CONTRARIA fanno il bene della nostra squadra e meritano comunque RISPETTO!

Meritano rispetto da critiche RIDICOLE e maleducate fatte da persone senza la minima competenza di nessuna delle suddette cose citate e almeno altre cento che compongono la gestione di una Società Gloriosa come l’Internazionale FCM

Critiche fatte in modo educato accendendo il cervello su ciò che si scrive, ma soprattutto sapendo di cosacazzo si parla perchè emettere sentenze di terzo grado SU TUTTO senza aver mai giocato un minuto da professionista, senza neanche aver assistito ad un minuto di allenamento, senza aver neanche mai visto come è fatto un contratto di un calciatore, senza aver manco mai messo piede in un reparto di Amministrazione e Controllo di una società è una totale mancanza di RISPETTO verso la nostra Società, il nostro Presidente, il nostro Allenatore, i nostri giocatori.

Tempo fa ho parlato con il mio amico Miles il quale mi diceva che si trovava bene a commentare su un altro blog, nonostante venga spesso a trovarci, perchè poteva sfogare meglio la sua rabbia di certe prestazioni negative dell’Inter. Allora sono andato a leggermi cosa si scriveva in quel blog e ci sono rimasto un po’ male, perchè Miles anche quando ci è andato giù duro con l’Inter come ho fatto spesso anche io, non ha mai mancato di rispetto all’Inter, cosa che invece su quel blog e oggi un po’ ovunque nel web (addirittura su Se rinasco…), leggo NEl web.

Si parla, si scrive, si critica si può anche arrivare a giudicare personalmente una prestazione, un acquisto, un comportamento, ma sempre pensando prima a tutti i fattori che li generano, nel RISPETTO che si deve dare a chi è arrivato a meritarsi il posto che occupa in società che loro, quelli a cui molti si divertono a spalare merda sopra, non ultimi il 99% dei media, ci sono arrivati in Società, noi al massimo ne possiamo soltanto parlare e usare l’Inter per sfogare le proprie frustazioni, mi fa davvero incazzare…

Anche se dopo averla scritta l’incazzatura già mi è passata con un sintetico STICAZZI!

RISPETTO!

AVANTI INTER!
AVANTI MISTER!
AVANTI PRESIDENTE!