Tag

, , ,

Le cose so due o se pijamo Geco o lo potemo mette ‘ntesta a Palacio…

capelli-geco

BatmHand: no sex – Più che batman me sembravi robbin l’amico frocio… e in effetti su quelle palle moscie che te so’ arivate ce sei annato un po’ co’ la mano molle ‘nvece che dura come er fero… e me fermo qui che sta paggella sembra na serata a arcore… ma forze era l’aria de casa che t’ha rammollito e doppo ‘ngirone d’annata che c’hai fatto vedè quanto sei bravo, nun fa gnente se stavorta nun hai fatto miracoli, d’artronne se era distratto Gesù…

Er Muro: na mano – Muro sei e Muro sei stato pure ieri, solo c’hai interpretato quello de Berlino de muro, tutto sbrindellato e preso a picconate a destra e a manca…. Ma s’è visto subbito che nun eri ‘ngiornata ar ventesimo der primo tempo nun avevi ancora dato manco ‘na randa a di natale… però me sa che quer fijo de mignotta te l’ha ‘ncartata bene! ha fatto finta de fasse male e così tu hai pensato Vabbè questo more da solo e nun je riservo er trattamento wally, ‘nvece nun s’era fatto ‘ncazzo e piano piano s’avvicinava alla porta. Stofijodenamignotta se stava a conservà l’energie per seconno tempo e quanno è stato er momento sei stato tu che le energie nun ce n’avevi più e lui è entrato come je pareva e piaceva… Amico mio Ar fijo der vorpe nun je ‘s ensegna a tana, ma je se da na randa ar primo minuto così nun rompe er cazzo fino ar novantesimo!

Er Duca: settete – nonostante giocavi centrale, nonostante amo preso tre golle, nonostante quello che dicheno sti encefalitici de tifosotti che nun sanno manco come cazzo è fatto ‘ncampo de carcio, hai fatto na partita degna der tuo rango nobiliare. Te sei adattato a fà er centrale e come ar solito hai dato er massimo anzi più de na vorta sei uscito ‘ncontrasto da urtimo omo palla ar piede come quer frocione francese che amo avuto centrale pe’ n’anno e che c’aveva tanta classe quanto era faccia demmerda. Ho letto pure che t’hanno accusato de nun avè fatto er foriggioco sur primo golle, come se invece der cervello c’hai hai maghina der tempo che sà prima quello che succede ‘ncampo… che poi, si facevamo er forigioco a metà campo co’ di natale e muriel, anziché tre ne pijavamo ventiquattro… e te che te sei messo pure a fà er centrale… Se sà, a far de bene all’asini, se riceve carci ‘npancia.

Gesù: je rOde sul campo – Ancerto punto dopo l’ennesima provocazione dell’arbitro, Gesù che già s’era svejato cor culo storto fa “Giannoccaro, Giannoccaro, che ammonisci solo i nostri da quelli che ti sono mandati, quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figliuoli, come la gallina raccoglie i suoi pulcini sotto le ali?  E invece avete continuato! Ecco, per evitare che la vostra casa sia rasa ar suolo per esservi lasciata deserta è meglio che nella mia infinita bontà mi faccia cacciare fuori. Poiché vi dico che d’ora innanzi non mi vedrete più, finché diciate: Benedetto colui che viene nel nome di Moratti!” Allora l’arbitro ha obbedito a Gesù e l’ha espurso! Gesù mentre usciva ha rimproverato pure er quarto uomo, perché non s’era convertito e mo’ Tosel sta già pronto a daje tre giornate pure a lui…
Gesù co’ tutto er rispetto ma chi va a letto cor culo che je rode se sveja cor dito che je puzza… stai più sciallo che questi nun te vojono crocifigge, so solo stronzi…

Er Gabbiano: LMT (ve lo devo pure scrive?) – Ma ‘nfonno nun è che stavi affà così male, grosse cazzate nun l’avevi fatte e pure nell’occasione daa topa, ner senso de topica, stavi ar posto giusto è che poi ho visto quer tiro… A Jò limortaccitua ma c’hai i piedi de Panatta… e sei pure Brasiliano! ma de dove? de Torvaianica? Mò sò ‘ndeciso se piatte a craniate ‘nbocca, finchè nun ariva a prossima predizione dei maja o se chiudete come ‘ndivano letto e speditte ‘npapuasia a fa da mangime a l’ornitorinchi! …ma ‘nfonno nun è corpa tua, è che t’ha detto male a venì tra tutte le squadre der monno ‘nquella ‘ndo c’hanno giocato li giocatori più forti daa tera e a li tifosi a vedè pipponi come te, je parte subbito er fischio… Sei stato jellato tutto qui, come se te cadesse er cazzo a terra e rimbarzanno te se rinfila ar culo… solo che ner cadè er cazzo s’è rotto e s’è diviso in milioni de pezzi finendoce ar culo de tutti noi, che te vedemo ‘ncampo… Fà er piacere Gabbià domenica gioca e buttane drento tre, così te ne poi annà felice te e entusiasti noi!

Er Capitano: 10 – Li fatti der Capitano! Nona puntata. 41) Quanno Er Capitano fa le ombre cinesi, queste je preparano pure l’involtini primavera – 42) La macchina Der Capitano nun c’ha er motore, ma ‘nbuco sotto a scocca pè fa uscì e gambe – 43) Er Capitano da trent’anni è impegnato a finì na partita de carcio coi compagni de scuola, ha rilanciato dar fonno e stanno ancora aspettà che la palla ricscenne 44) Er Capitano può sollevare il mondo anche senza una leva, je basta er quadricipite  – 45) L’uomo medio pensa al calcio ogni secondo, Er Capitano gioca a calcio ogni secondo! – 46) naa scienza ce stanno i chilometri orari a velocità der sono, a velocità daa luce e l’allungo Der Capitano – 47) quanno Er Capitano fa fallo l’avversario je dice: Grazie!

Er Gargatrucco: na mano – Famo a capisse t’ho già difeso ‘na vorta e ho fatto capì, che si sbaji 20 passaggi a partita, pe’ llavoro che fai sei comunque utile, ma se quer fijo de na mignota de Domizzi s’azzarda a superà a metà campo e te viè addosso ‘ncontrasto tu o devi maciullà, tu o devi fa diventà sale pe’ le capre, tu je devi dà na randellata che rparastinco je se deve tatuà sua gamba! Nun poi fatte superà come ‘ncazzobbubbolo da strada, sinnò ar posto tuo ce famo giocà a sora Zitacche che c’ha più zinne de na mandria de vacche! Che si nun è bona a giocà a pallone armeno l’avversari co quee due bombe se fermeno a guardalla! Co te che sei così brutto che pure l’autovelox se rifiuta de fatte a foto, nun ce pensano popo e lanciano l’avversari soli soli… Enammo Gargà er golle è tutta robba tua, Cazzo!

Er Mostro: sei er mejo – Bello e cazzuto, forze ‘npo’ ancora da mijorà a tenuta atletica, però ‘npratica hai fatto tutto te a centrocampo che co quei cadaveri che te ritrovi vicini, più che nell’Inter sembra che stai a girà Uorching Ded. Da retta a Romolete stai bono fino a fine stagione e vedrai che prima o poi er presidente s’encazza e ce compra du tre fenomeni così te diverti pure te e già che ce sei sivvedi ar nano olandese dije sta cosa da parte de Romolete: A bionno mejo n’anno de galera che snaide pe na sera!

Er Pera: na mano – Stesso discorso de Gargano… già nun sei sto furmine de guera, già c’hai li piedi ignoranti, già che quanno l’avversari te vedeno nun capiscono sissei n’omo venuto male o na donna cor culo a pizzo, già che pe’ fatte capì ‘no schema bisogna chiede aiuto a quello c’ha scoperto e bosone de Higghins, ma porca di quella mandriana incrostata sur cuppolone, armeno cori! Devi core!!! Nun è difficle metti na gamba davanti all’artra sempre più veloce! Er signore t’ha fatto ‘nfisico che poi fa bene solo na cosa, core e armeno quello faccelo vedè? Echheccazzo! Amo preso tre golle che so’ passati tutti daa fascia tua, ma tu ‘ndocazzo stavi? Che Traggedia!!!

Er Culone: sei così così – A Cassà emmò e vacanze de natale so’ finite eh? No perché si nun t’enventi quarcosa tu chiudemo baracca e burattini e se n’annamo tutti a casa a fa li gnocchi ar sugo. È vero che ce dice male che si accarezzi na pecora sta stronza te morde pure, però nun c’hai più quer veleno che te faceva esse sempre ar posto giusto, anche pè buttalla drento. Ma questa nun è solo corpa tua, se vede che manca tutta na fase d’attacco, in cui tutti quelli che giocano deveno aiutà un po’ deppiù l’attaccanti a liberasse ar tiro, solo che si nun c’hai li piedi alla fine fanno più danni che artro. D’artonne si stai a sinistra a fa er crosse nun poi sta anche a destra a buttalla drento… Fà na cosa anche tu come er mostro stai bono e aspetta momenti mijori, vedrai che ariveranno presto.

Er Codino: 3 – come e palle che te sei cacato, a prima a svenì davanti ar portiere e l’artre due a regalalle a loro… ‘Ndove nun c’è guadambio a remissione è certa e si nun la metti dentro alla fine prima o poi te la piji ‘nderculo. Co’ sta squadra nun potemo permettese de fallì li golle, perché tanto un paro li pijamo sempre e si nun la butti drento, te chessei a punta, amo chiuso i giochi. Sveja codì che amo preso Rocchi e quello ce mette ‘nsecondo a pijatte er posto, tanto co’ sti chiari de luna, si nun è zuppa è pan bagnato…

Er Gatto: s.v. – Bono er gatto! se lo famo ar brodo?

Tommy Boy: s.v. – n’assit e poi ha finito a benzina… niente male come inizio…

Dunkan:s.v. – ‘nteressante sto giovane appena sbarcato n’Italia, solo a vedello tramite er cocing dimagrante ‘nterattivo te dimagrisci all’istante. Più che ‘ngiocatore è ‘n’autentica rivoluzzione dietetica. Seguitelo e nun solo raggiungerete er Giusto Peso, ma o stabilizzerete pè tutta a vita. Sippoi oltre a famme dimagrì me fai pure ‘npassaggio giusto…

Er Mister: 6 –  A Miste chettedevodadì manco stavorta hai fatto ste cazzate da pijatte a capocciate eppure l’amo preso ar culo da quer pretino ciclista e piagnone… diciamo che è stata na giornata sfortunata, sei stato sfortunato coll’arbitri, sei stato sfortunato coll’infortuni, sei stato sfortunato coi giocatori che se magnano tre gol a dieci centimetri dalla porta, sei stato così sfortunato che l’artroieri naa carza daa befana c’hai trovato ‘npiede… però mo tocca da ‘na svorta a sta rogna, ‘ntanto ricordete de nun fatte cantone che poi te pisciano addosso, siddevi chiede quarcuno pè giocà mejo fallo co’ forza (e co’ rispetto) perché poi ar culo lo piji tu, (e pure noi) che er presidente nun è cojone e si a giocà terzino c’amo du ferrotranvieri, ce lo sà benissimo che ar mimino pijamo schiaffi. Poi er diciannove de gennaio te volevo fa sapè che semo tutti a Wivi l’Inter a Roma e te stamo a aspettà che ce vieni a trovà, ma mica pe’ noi che comunque da romani nun vedemo l’ora de vedette, ma perché sto wivi l’Inter l’amo organizzato alla Madonna der Divino Amore e quelli der centro coordinamento t’hanno prenotato ‘na bedizzione de la Madonna, ner senzo de la Madonna Madonna! robba che quanno esci sittocchi Arvarez po’ esse che inizzia a core… Aho nun fa er lazziale viecce a trovà che er giorno doppo c’è l’aesseroma e c’è poco da scherzà! 


Malus track

Branca: A Brà, a roma se dice a robba vecchia more ‘nmano a li cojoni, ma nun è che se sparsa sta voce ner mercato? No perché si nun ricordo male, hai portato all’Inter fior de campioni! e cadaveri come quelli che ho visto arivà nell’urtimi tre anni, senza offenne nessuno, tutto me sembrano tranne che campioni. Certe vorte sembra che demo comprà pè forza quarcuno pè fa contenta a piazza e poi ‘sto quarcuno se lo trovamo appeso arcazzo senza riuscì a levasselo de mezzo… e tocca pure pagallo!!! A Brà da retta a Romolete STIGRANCAZZI daa piazza!! siddeveno portà a maja dell’Inter deveno esse campioni! e so’ sicuro che tu ce lo sai bene e prima sissò campioni, altrimenti STICAZZIII! Se tenemo i nostri e famo giocà i primavera, che noi semo l’Inter e nun ce ne frega ‘ncazzo de vince pè forza, ma perde e partite perché na pippa sfasciata, a ‘npasso daa porta abutta fori ennò! La nostra è la majia dell’Inter e nun la po’ mette er primo stronzo che passa! Eccheccazzo!

Annunci