20130203-181037.jpg

Sì perchè a vederli oggi in campo c’era solo il nero, tantissimo nero. Uno stato confusionale generalizzato che ha visto per l’ennesima volta i nostri ragazzi farsi dominare da una squadra che al massimo può sperare in una salvezza alle ultime di campionato.

La cosa imbarazzante non è stata la sconfitta e le modalità con cui l’abbiamo meritata, ma paradossalmente vedere che i migliori in campo sono stati i due nuovi centrocampisti Kuz e Kov che forse giocavano ancora sui meccanismi delle precedenti squadre in cui militavano. Schelotto non si può davvero giudicare, è un’ala e pensare che possa fare tutta la fascia come unico esterno della stessa è pura follia, considerando fra l’altro che è anche un’ala d’attacco.

Molto sinteticamente loro una squadra, noi un’abbozzo, l’ennesimo, di qualcosa che è nella testa del Mister, ma di sicuro non ancora di coloro che scendono in campo. Se a questo status aggiungiamo le solite problematiche di queste ultime giornate, assenze, scarsa forma fisica e mentale, inserimenti forzati di giocatori non all’altezza, la solita sfiga nei pali e nelle scelte arbitrali e la frittata è sempre quella.

Io che sono un predicatore di calma e rispetto faccio davvero fatica nel trattenere dentro la rabbia nel giudicare certe scelte e certi comportamenti, ma gettare ora benzina sul fuoco è sicuramente una scelta che peggiora la situazione, anche perchè sono straconvinto che stiamo parlando di un blocco mentale generalizzato.

Diciamo che mi metto buono in silenzio ad aspettare, ma non per questo sarò più tenero nel momento di tirare le somme. Ora non mi tiro indietro nel sostenere ancora il Mister e la squadra, ma la fatica che faccio nel farlo è la stessa con cui vedo Cassano uscire dal campo… Una fatica davvero improba…