Tag

,

fideua

… e già che ce siete leggeteve pure e Paggelle de Romolete…

BatmHand: Octopus – Se gioca ‘ncasa quindi chetteodicoaffà scatta er partitone de Burraco. L’urtima partita più che ‘na vittoria è stato ‘nmassacro. I fratelli Van der Bildel Comastri della Gherardesca Visconti nun so’ riusciti manco a chiude ‘nburraco e er cappottone j’è costato a villa sur lago de Como de nonno Prinz August I°. Tant’è che la mamma dei due pipponi, a signora Mariuccia, da campionessa interplanetaria de burraco s’è pure fatta rode er culo de avè du’ fiji così cojoni, da giocasse a villa de famija e perdela. Quindi all’ingresso ‘ncampo è successo er fattaccio sur tavolino da gioco dietro a porta invece dei fiji s’è seduta a madre co la zia, la tremenda Magdalena Kunz Von Aughentaler Ribbentrop detta anche la Morte Nera. A quer punto Samir ha dovuto rilancià ha detto a Giorgio er fotografo de sta bono ar posto suo e ha chiamato a scenne daa tribuna n’artro fenomeno der burraco Gaby Mudingayi detto trenta sur campo o Jolly ar Burraco, che poi so sempre trenta…! A tattica de Samì era chiara si nun ce la facevano a vince co le carte faceva tirà fori a Gaby l’asso de bastoni che si nun le convinceva a perde, le ammazzava a bastonate. Solo che na vorta messo a Gaby co le gambe sotto ar tavolo ce stava ‘nprobblema de stabilità der tavolo. Hanno provato a vedè perché er tavolo ballava ma tutte le gambe ereno messe bene e nun se capiva. Quando s’arzavano tutti er tavolo era fermo quanno se sedeveno er tavolo ballava, archè Jo Pinella l’arbitro ha dichiarato che si er tavolo nun è stabbile a partita a vince a tavolino chi gioca ‘ntrasferta e in questo caso vinceveno e femmine. Poi Mudy s’encazzato ed è scattato ‘npiedi solo che er movimento nun è stato controllato e j’è uscito er mostro! Chettelodicoaffà le du’ babbione quanno hanno visto er mostro so’ sbiancate e svenute all’istante e a quer punto Jo Pinella nun ha potuto che da gioco partita incontro ar nostro Samì che s’è potuto godè la partita senza particolari probblemi, a parte quanno a difesa je faceva o scherzo der: se n’annamo tutti mò so cazzi tua. Quer tipico gioco che fanno e difese quanno sui carci da fermo restano immobili e l’attaccanti avversari, tutti in gioco, se trovano a fa quello checcazzo je pare. Pè fortuna er pellicciaio stava ‘npanca e pè na vorta nun c’ha purgato, che quelli c’hanno giocato ar posto nun valevano manco a fodera daa pelliccia.    

Er Capitano: 10 – Li fatti der capitano 11 puntata: 53) secondo un indagine del settimanale Chi alla domanda andreste a letto Cor Capitano? Il 33% delle donne ha detto Sì, il 33% ha detto già fatto, il 34% ha detto Capità arzete che c’è n’intervistatore… – 54) Dar Capitano so nati sia l’ovo che la gallina – 55) Un giorno Er Capitano s’è addormentato ‘nbarca e quanno s’è svejato a barca era piena de pesci – 56) Ar Capitano je poi fa er tifo… a peste, er colera, a lebbra, tanto nun je fanno ‘ncazzo o stesso!

A Rana: Novizia – Nun c’è ‘ncazzo da fa’ n’artro giocatore rispetto all’anno scorso! Cazzuto attento sicuro de te. Sui carci d’angolo nun c’è manco bisogno d’enventasse tanti schemi palla alla rana e tutti ‘nmezzo! Ora però devi fa ‘nsarto de qualità devi ‘mparà a gestì tutta a fase daa difesa. Ner senzo che devi fa ‘nmodo che chi te sta vicino gioca come n’unico omo. Sivvoi diventà come er Muro devi ‘mparà a comannà, che Gesù in queste urtime partite sta annà un po’ do cazzo je pare e tu o devi guidà a seguì l’azzione e a non perdese de contatto co’ l’omo suo. Sì ce lo so, rispetto all’anno scorso è un sarto de qualità triplo, però mò c’hai er fisico e pure a capoccia e finchè nun torna er muro è tempo de guera, ogni buco na trincea, ogni bastone è ‘nfucile. tocca dà tutto!

Gesù: terreno – Secondo l’almanacco illustrato del calcio, dopo essere stato battezzato da San Siro con prestazioni fantastiche, Gesù digiuna per quaranta giorni e quaranta notti alla pinetina. In questo periodo Mino Raiola lo tenta per tre volte. La prima tentazione riguarda il cibo:  «Il tentatore allora gli si accostò e gli disse: Se sei Gesù, di’ che questi sassi diventino pizza, che così li porto da zia in olanda». La seconda riguarda obbligarlo a simulare: «Se sei dei miei, gettati giù, poiché sta scritto: chi simula non sarà punito ma gli daranno un bel calcio di rigore». La terza tentazione è una richiesta sempre da parte di Raiola di essere adorato: «Raiola lo condusse in gran segreto da Giannino, il ristorante di sodoma e gomorra, gli mostrò tutte le Ruby del mondo e con il loro pappone pelato e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, adorerai il diavolo». A quel punto Gesù di alzo e disse: «Vattene, ciccione! Sta scritto: Adora l’onestà e la sportività e all’Inter loro solo rendi onore». A quel punto Gesù tornò in se e torno alla Pinetina più forte di prima ma ancora turbato dalla figura dell’immondo raiola. Per questo motivo ogni tanto il nostro Gesù si distrae in campo e si perde l’uomo da marcare. Per fortuna il digiuno è finito e piano piano sta tornando in se… Alle brutte chiamiamo Er Muro che je fa ‘nbell’esorcismo de schiaffoni e lo fa riprenne all’istante! SVEJA!

Er Giappo: settete – Se vede che so’ arivate e prugne dar giappone, piottavi come a maxbiaggi ar nurburgring… che poi seconno me quanno giochi a terzino sei sempre er primo daa classe, enfatti sta cosa me ricorda quanno sei arivato alla pinetina o stesso primo giorno de lavoro de Leonardo che er mister pe fa vedè chi era er più bravo ha cominciato a fa domande ar gruppo e iniziò così: “Ragazzi Iniziamo l’allenamento ripassando un po’ di storia der carcio: chi disse « Questa notte splendida darà i colori al nostro stemma?»  Er Mister vide davanti a sé un mare di facce inespressive. Tutte meno una. Nagatomo, infatti, rispose con sicurezza: “Giorgio Muggiani, 9 marzo 1908!”  “Molto bene! E chi disse invece  “dopo aver stretto la mano a un milanista corro a lavarmela. Dopo averla stretta ad uno juventino, mi conto le dita. “ – chiese ancora il mister. Ancora una volta, bruciando tutti sul tempo Nagatomo, con prontezza, esclamò: – “Peppino Prisco, nel 1989!” Il mister, a questo punto, rimproverò la squadra: – “Ragazzi, dovreste vergognarvi. Nagatomo ultimo arrivato all’Inter conosce la storia meglio di voi!” dal fondo del gruppo si udì allora un commento smorzato: – “fanculo i Giapponesi!”“Chi è stato a dirlo?!” – chiese il Mister strabuzzando gli occhi. Nagatomo alzò la mano:- “Carlo Ancellotti, nel 2001 Juve Roma 2-2 al gol di Nakata!”  A quel punto, un giocatore in fondo al gruppo disse: – “Mi viene da vomitare!” Il mister, fissando i ragazzi, chiese loro: – “Ma bene! Chi l’ha detto?!” E ancora Nagatomo rispose: – “Ranieri 2011 quando ha visto la cravatta sociale dell’Inter…”  Furioso, disgustato da tanta secchionaggine, un altro giocatore gridò: -“Succhiamelo!” Nagatomo balzò alzando il braccio e gridò al Mister: – “Sempre Ibrahimovic alla curva Nord dopo il gol alla lazio nel 2009”  Preso da un accesso d’isterismo, qualcuno tra i ragazzi gridò: – “Merdina! Se dici ancora qualcosa ti ammazzo!” E Nagatomo, freneticamente, gridò a pieni polmoni: – “Frase pronunciata da Zinedine Zidane a Marco Materazzi finale Mondiale 2006!” A quel punto il Mister svenne. Mentre la squadra si raccoglieva intorno al Mister, qualcuno disse: – “Merda, siamo nei guai fino al collo!” E Nagatomo: – “Questa l’ha detta Eto’o quando ha visto arrivare Leonardo alla Pinetina questa mattina…!

Er Kuzman: Settevic – Bona pure a seconda, quarche sventajata interessante e quarche inserimento gnente male. Anche quarche cazzata de troppo, ma ora nun se po’ pretenne troppo l’importante era comincià a ruminà gioco e tu l’hai fatto bene. Certo pure te ‘nfatto de bellezza stamo popo a tabula rasa, tra te pereira e schelotto limortaccivostra siete così brutti che quanno siete nati l’ostetrica ‘nvece de da’ no schiaffo a voi, l’ha dato a vostra madre… ma vabbene così mejo brutti e normali che brutti e ‘ncefalitici come i cojoni coi la cresta che giocano nelli zozzoni.

Er Duca: Classe – Quasi quasi me la buttavi dentro, meno male che poi te sei rifatto co l’assiste ar principe, de sicuro na partita tranquilla dietro e co li piccoletti che corevano pure pè te, hai potuto penzà a inseritte n’avanti. Sta soluzione nun me dispiace alla fine er carcio nun è solo corsa e se ogni partita fai un golle (perché ar derby quello nun lo sbagli vero?) e un assist checcazzo voi de più.

Gargatrucco: Er mejo ‘ncampo – ancerto punto li centrocampisti der chievo nun c’hanno capito più ‘ncazzo, nun se capiva si eri te co’ tu fratello e n’artri due a girà come furie ner campo… sarà che co er Naga sembravate quattro sarà che corevate come furmini ‘nsomma c’è stata na ventina de minuti che se sentiva di solo gargano recupera, gargano passa, gargano respinge, gargano contrasta… AHO’ e così me piaci! Nun te devi ‘nventà ‘ncazzo a devi dà ar giocatore vicino, facile facile, nun ‘nt’enventà de fa er fenomeno che nun ce lo sei, anche se quella punizione m’ha fatto arapà come a sora soriso che silla metti a carciofo e te fa vedè er paradiso! Bravo continua così!

Er Culone: Genius – C’hai er cervello de ‘ngenio come Leonardo, li piedi de ‘n’artista come Michelangelo e c’hai er corpo de na divinità, peccato che sia Buddha… amico mio MAGNA DE MENOOOOOO!!!!

Er Principe: Unico – alla fine der primo tempo quarcuno m’ha detto er principe ancora nun è brillante, allora j’ho risposto sì è vero ma ‘ntanto faje arrivà na palla come se deve che ancora nun l’ha ricevuta una… enfatti come j’è arivata na palla l’ha messa dentro, ma se sa er principe è n’apostrofo nerazzuro tra le parole, te buco!

Er Codino: settete – Allora famo a capisse, sivvoi giocà ner quattrotrettre devi esse largo come er braccio de dennis rodman, er verme! Rodman faceva un lavoro oscuro sui rimbarzi e ‘nfase difensiva che valeva quanto er lavor der grande Giordan. Sippoi nun te piace sta largo allora devi trovatte no spazio dietro e punte, ma a sto punto stamo a parlà de n’artra formazione. Così più che esse utile sembra che stai a completà er quadro co’ na pennellata strana, sull’unico spazio bianco rimasto e alla fine se vede che nun centri ‘ncazzo cor quadro. Oh nun sto a dì che nun sei stato utile e che nun hai fatto er tuo, sei pure rientrato spesso e volentieri e nun te sei quasi mai fatto trovà dietro a linea daa palla, però nun hai inciso come artre vorte e sivvolemo giocà co’ tre punte vere, so’ sicuro che poi fa mejo. Daje!

Er Drago: 324 – come le partite c’hai giocato nell’Inter 15 titoli vinti, 10 stagioni, 20mo giocatore per presenze nell’Inter, 42 gol e uno de questi che in una sera ha fatto godè più omini che ‘nfirme de moana pozzi… tutto er resto so’ cazzate.
Daje Drago dacce na mano a finì alla grande ‘sta stagione!

Arvaretto: maddechè? – Io nun vojo ‘nfierì, ma già quanno giochi fai ride, e stamo a aspettà tutti che ce dai na smentita, sippoi te metti pure a carzamaja secco come sei, me pari superpippo…  comunque apparte ischerzi se vede che stai bene. Sì stai bene ‘npanchina!  

Scheleton: s.v. pochi minuti pe pijà confidenza co’ sansiro, ma troppo tardi pe vedette a quell’ora e co’ risurtato ‘ncassaforte m’era già partita a pennica… se rivedemo come giochi alla prossima che parti da titolare e ricordete che se cor carcio nun sfondi, co quer naso se je disegnamo sopra e tacche, c’hai un lavoro assicurato de misuratore de profondità der tevere…   

Er Mister: settete – Abbello ma come l’hai visto sto 4-3-3? No perché noi apparte e dormite su carcio da fermo l’amo visto popo bene, cheppoi nun è che te sei dovuto ‘nventà ‘ncazzo metti i terzini affà i terzini, i centrocampisti affà li centrocampisti e le punte affà le punte. Nun è difficile eh? Sippoi sti quattro froci corono e quanno ce riescheno a buttano pure dentro è tutta ‘ndiscesa a cosa. Vedi amico mio certe vorte sembra pe fa vedè che sei fico, che t’enventi formazioni der cazzo o peggio ancora schemi strani… eppoi ne pijamo tre dar siena. Er carcio è robba semplice se copre bene er campo e se core, punto. Sill’hanno ‘nventato l’inglesi che se sanno fa uno più uno è grasso che cola, nun po’ esse complicato no? E tattiche da boemo lasciale fa ar boemo cheppoi o vedi cheffine fà er boemo! D’artronne se sà Se Roma è stata fatta un po’ pè vorta tu che voi fa l’Inter tutta ‘nsieme? E sta bono no!

Annunci