Tag

, ,

promemoria-deboer

Devo ammettere che certe sconfitte sono più pesanti di altre e perdere in coppa, seppur sia la sticazzilig, fa sempre dispiacere, soprattutto se si perde contro una squadra sconosciuta che approcci con il più classico: “stasera je ne famo 4”.

Invece torni a casa con il più amaro dei sapori zero gioco, zero gol, zero garra, ma soprattutto zero passi avanti nel quadro generale della crescita di squadra.

Sia chiaro il lavoro che dovrà fare il nostro Mister non è solo tecnico tattico, quello sarebbe il minimo il vero lavoro sarà quello di dividere i perdenti, i bolliti, gli scarsi perd dirla in modo gentile, da coloro che invece saranno i preposti a formare l’Inter che tutti vogliamo vedere il prima possibile.

C’è un evidente situazione mentale da perdenti che ormai da troppi anni porta anche i nuovi arrivati ad appiattirsi verso il basso dei vari Ranocchia Nagatomo D’Ambrosio e sono tante stagioni che vediamo i nuovi arrivati fare delle ottime prestazioni agli esordi e poi velocemente allinearsi nella mediocrità, last but not least Ever Banega.

Il Mister ci ha chiesto qualche mese di tempo per mettere in piedi un gioco degno di questa Società e dei tifosi che la sostengono e non saremo certo noi a mettergli fretta, situazioni dolorose come quelle di ieri sera purtroppo ne dovremo affrontare ancora parecchie e già domenica contro le merde rischiamo di replicare la pessima figura di ieri sera. Unico desiderio è quello di vedere in campo undici uomini con la U maiuscola, non giocatori senza palle che perdono palloni e restano a guardare l’azione da lontano. Vogliamo vedere la stessa garra vista lo scorso anno in Coppa Italia contro i gobbi e poi come va va, senza rimpianti e innamorati come prima. (Ausilio dacci una mano!)

Ecco Mister a prescindere dal gioco, a prescindere dai giocatori che metti in campo, ci piacerebbe vederti a bordo campo urlare ai ragazzi e non in panchina a bestemmiare in olandese, ci piacerebbe vederti sulla linea del fallo laterale minacciare di morte tagliamerda alla prima punizione regalata ai gobbi, ci piacerebbe vederti mandare affanculo lichtmerda o chiellinimerda alle prime simulazioni o falli da infami, tipici di tali personaggi. Ci piacerebbe vederti minacciare di cacciare fuori dal campo il primo dei nostri che si ferma a guardare un gobbo correre via indisturbato.

Tu devi essere l’esempio da mettere in campo e per fare questo non servono mesi, noi siamo l’Inter e abbiamo bisogno di un condottiero, loro sono il male, l’infamità, la sporcizia del nostro mondo, i rifiuti tossici impossibili da riciclare, facciamogli vedere e soprattutto fagli vedere che tu per primo non sei disposto in nessun modo a farti calpestare.

Caro Mister sei arrivato all’Inter e noi tifosi non ci facciamo mettere i piedi in testa da nessuno, aspettiamo il gioco ma non vogliamo aspettare gli Uomini, quelli devono scendere in campo Tu per primo con gli attributi, altrimenti ve li veniamo a portare noi tifosi in campo, se necessario. E puoi star certo che domenica sera li sentirai e li vedrai i nostri attributi!

Forza Mister fuori i coglioni che domenica servono moltissimo!

AVANTI INTER
AVANTI MISTER
AVANTI PRESIDENTE

Annunci