Tag

, , , , ,

Spettatori Cinesi tesissimi per il derby delle 12.30…

 

Purtroppo è ormai evidente a tutti che Pioli, bravissimo ragazzo e vero signore in campo e fuori non ha la dote rara di saper cavare il sangue dalle rape.

Indi per cui nella scala dei valori dei mister è un allenatore “normale”.

Ciò fondamentalmente non sarebbe poi una cosa così brutta in questo mondo che vede molti, anzi moltissimi, allenatori mediocri, ma se questo fattore abbinato al fatto che oggi gestisce una squadra “normale” da un risultato che sarà sempre quello che abbiamo oggi davanti ai nostri occhi. Ossia un campionato dal quinto all’ottavo posto.

La domanda sorge spontanea, dobbiamo cambiare ancora?

La risposta naturalmente non è così scontata visto che sarebbe l’ennesimo cambio fatto in corsa, visto che per far lavorare un allenatore seriamente bisognerebbe concedergli almeno due anni sulla panchina.

In realtà la domanda da farsi è, perché ci dobbiamo aspettare che Pioli l’anno prossimo cominci a cavare il sangue dalle rape?

Io onestamente la vedo molto difficile e anche se Zhang ci comprerà, come ipotizziamo e speriamo tutti, tre campioni la squadra non sarà ancora di un livello tale da diventare “vincente”

La squadra attuale ha l’esigenza di essere fortemente ma davvero fortemente migliorata in tutti i reparti. Dai due terzini al regista e infine nella seconda punta.

Inoltre è importante cominciare a cercare:
1) un portiere giovane ma anche già rodato da far crescere in squadra,
2) un difensore centrale che possa sostituire uno tra Murillo e Medel (basta centrale!) considerando che Miranda non è più di primo pelo.
3) un centrocampista con i piedi buoni che se il titolare forte di cui sopra, si infortuna siamo punto e a capo con JM, Banega e Brozovic che non sono in grado di dirigere la squadra neanche in allenamento.

Questi sono miglioramenti che se Zhang si impegnerà moltissimo porteranno la nostra squadra ad essere competitiva (e parlo chiaramente di Europa oltre che di Italia) fra almeno due campionati, ossia alla partenza del terzo.

Ciò significa che se vogliamo anticipare i tempi abbiamo una unica possibilità, passare da un allenatore “normale” ad un allenatore che come scrivevo nel 2014 relativamente all’asino mazzarri ti faccia fare la differenza, ossia quel famoso 20% in più che faccia diventare giocatori ottimi come Pandev Chivu Lucio Sneijder per non parlare di balottelli e muntari dei veri e propri fenomeni.

Quindi ricapitolando Pioli è un allenatore “normale” la squadra se la buona volontà di Zhang sarà attuata nei prossimi tre anni sarà: l’anno prossimo buona, fra due anni ottima, fra tre anni fenomenale.

Questo mi fa pensare che per l’anno prossimo allenatore “normale” e squadra “buona” puoi giocartela per il terzo e quarto posto, fra due anni zona champions, fra tre anni vai a giocarti lo scudetto. Ma voi vi vedete il tifoso interista o meglio ancora Zhang aspettare tre anni per vincere lo scudetto? Io proprio no.

Tutto questo porta alla seconda domanda decisiva, ossia chi prenderesti come allenatore?

La risposta è forse la più difficile che in questi ultimi trent’anni i tifosi dell’Inter dovranno darsi o per meglio dire imporsi se le cose andranno come sembra.

Io non la voglio scrivere e né voglio scrivere che l’importante è vincere, no l’importante non è vincere, ma partite come quelle di ieri sera non mi fanno bene, soprattutto non fanno bene al progetto di Zhang e se un risultato lo ottengono è quello di allontanarmi dalla squadra. E come lo fanno con me lo fanno con tutti i tifosi dell’Inter.

La scelta è difficile mi rendo conto ma come diceva Jim Morrison se dovessi scegliere tra il tuo amore e la mia vita, sceglierei il tuo amore, perché è la mia vita.

Vai Zhang scegli liberamente cosa fare per portarci sul tetto del mondo, il mio amore per l’Inter vale più della mia vita perché l’Inter è la mia vita!

Annunci