Mister Spalletti

Dopo aver smaltito l’adrenalina a freddo vorrei fare un brevissimo commento tecnico su ieri.

Verissimo che siamo stati un po’ timorosi ma forse per la prima volta lo è stato anche il Mister nelle sostituzioni che a mente serena non sono state perfette. D’Albert fa tre errori gravi di presunzione in una partita in cui è già tanto farne uno. Era di sicuro meglio Nagatomo e il disegno tattico con Perisic a destra non ha funzionato con l’ingresso di Gagliardini, che anche lui ha prodotto zero. Anche l’ingresso di Eder per Icardi non ha un gran senso, quello che non andava non era Icardi in quanto giocatore ma in quanto palle giocabili in profondità, allora era meglio togliere Perisic per Joao Mario che con qualche affondo centrale o lancio di prima poteva dare qualche palla in più a Icardi che per potenza non è certo inferiore a Chiellini e Benatia.

Ma col senno di poi siamo capaci tutti e io vivrei alle Maldive con tre fighe da paura.

Un’altra considerazione è sulle potenzialità delle due squadre.

Parlo di questo perché i gdm restano senza dubbio i più forti della serie A e su di loro dobbiamo puntare per tornare a vincere. Loro secondo me erano all’80% del loro potenziale e si è vista la superiorità in campo, ma nonostante il nostro 70% di potenziale espresso non hanno segnato.

Questo è un segnale importante del lavoro mostruoso di Spalletti e di chi ha composto negli anni questa rosa. Sia chiaro se entrambe le squadre si esprimono al 100% ad oggi siamo sempre meno forti di loro, ma loro hanno pochissimi margini di crescita se non andando al mercato e tirando fuori svariate centinaia di milioni di euro per migliorare la rosa e soprattutto prendendo un allenatore forte forte.

Noi invece abbiamo amplissimi margini di crescita e stiamo scoprendo perfettamente dove andare a cercare senza doverci necessariamente svenare per trovare il giusto innesto. A farla breve con altri tre “Skriniar” mirati dove siamo deboli l’anno prossimo diventiamo i più forti d’Italia in scioltezza.

Andiamo avanti cosi senza tregua come dice il nostro Mister Fantastic i numeri sono pazzeschi per qualità, mentalità e soprattutto tattica, se ripensiamo un secondo ad una delle ultime dieci partite giocate lo scorso anno, che significa pochi mesi fa il salto di qualità che ci ha fatto fare Spalletti è quantico, qualcosa davvero di inimaginabile.

Senza tregua e senza scordarci che il nostro unico vero obiettivo è arrivare prima del quinto posto tutto il resto è roba per chiacchieroni!

AVANTI INTER
AVANTI MISTER FANTASTIC
AVANTI PRESIDENTE

 

Annunci